“Respiravo a fatica”: Stefania Sandrelli, il ricordo da pelle d’oca che non l’abbandona

Stefania Sandrelli: “Il ricordo di mio padre mi ha dato la forza di andare avanti”. Un atto d’amore che ha cambiato la sua vita.

Nata a Viareggio nel 1946, Stefania Sandrelli è una delle attrici italiane più amate e apprezzate di sempre. Ha iniziato la sua carriera da giovanissima, e da allora ha recitato in oltre 100 film, lavorando con alcuni dei più grandi registi del cinema italiano. È stata premiata con numerosi riconoscimenti, tra cui due David di Donatello, due Nastri d’argento, oltre ad un Globo d’oro.

Stefania Sandrelli e il ricordo di suo padre
Stefania Sandrelli: un ricordo da pelle d’oca – exfadda.it

Ma nel corso della sua lunga carriera, Sandrelli ha vissuto momenti di grande gioia e di grande dolore. In un’intervista rilasciata a Vanity Fair, l’attrice ha raccontato un ricordo da pelle d’oca che non l’abbandona.

Il gesto di un padre, la forza di una donna: Stefania Sandrelli, il ricordo da pelle d’oca che non dimentica

La nota attrice italiana è sicuramente una donna forte e determinata, in grado di superare momenti difficili tanto da divenire un’ispirazione per tutti noi. In un’intervista rilasciata a Vanity Fair, l’attrice ha raccontato un ricordo da pelle d’oca che non l’abbandona. “Era il 1960, e io avevo appena 15 anni”, ha raccontato Sandrelli. “Avevo appena iniziato a recitare, e ero stata scelta per il film “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi. Il film era un grande successo, e io ero al centro di tutto. Era una sensazione incredibile, ma anche molto spaventosa. Mi sentivo come se fossi sotto una lente di ingrandimento, e avevo paura di sbagliare”. “Un giorno, stavo girando una scena in cui dovevo piangere.

La Sandrelli e il ricordo per la figura paterna
Stefania Sandrelli: l’amore e il sostegno del padre in un momento di difficoltà – exfadda.it

Era una scena molto difficile, e io non riuscivo a concentrarmi. Respiravo a fatica, e le lacrime non mi uscivano. Il regista era furioso, e mi urlava contro. Io ero terrorizzata, e pensavo di non farcela“. “All’improvviso, ho sentito una mano sulla mia spalla. Mi sono voltata, e ho visto mio padre. Lui mi ha sorriso, e mi ha detto: “Non ti preoccupare, sei brava. Ce la farai”. “Quelle parole mi hanno dato la forza di andare avanti. Ho iniziato a piangere, e la scena è uscita perfettamente. Da quel giorno, ho capito che non sarei stata sola in questo viaggio”.

Questo ricordo è ancora vivo nella memoria di Stefania Sandrelli. È un’emozione che le ricorda che, anche nei momenti più difficili, c’è sempre qualcuno che ci sostiene. “Mio padre è sempre stato il mio punto di riferimento”, ha detto Sandrelli. “Era un uomo straordinario, e mi ha insegnato molte cose. Mi ha insegnato a essere forte, a credere in me stessa, e a non mollare mai”.

Impostazioni privacy